Sedi
Via G. Pascoli n. 60 – 20133 Milano
Via Cardinale P. Maffi, 5 - Pisa
Via XXV Aprile, 180/B - Crotone
Lun-Ven
09:00 - 12:00
16:00 - 19:00
Numero Verde 800 129 692
info@studiogammaonline.it

News

Le nostre news

abusivismo edilizio
Comments are off

Presso il Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili nasce la Banca dati nazionale sull’abusivismo edilizio

È stata istituita con decreto del Ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, la Banca dati nazionale sull’abusivismo edilizio in cui saranno raccolte e rese disponibili le informazioni sugli immobili e le opere realizzate in violazione di legge.

Grandi novità in materia di contrasto all’abusivismo edilizio. Presso il Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili nasce la prima Banca dati nazionale per le opere costruite abusivamente. Uno strumento istituito con apposito decreto dal Ministro Enrico Giovannini che raccoglierà e metterà a disposizione le informazioni relative agli immobili e alle opere realizzate in violazione della legge.

Come spiegato dal Ministero, durante la prima fase la banca dati punterà ad inglobare tutte le informazioni relative a immobili e opere abusive che saranno oggetto di segnalazioni da parte dei Comuni. In secondo luogo arriverà invece la collaborazione tra i Ministeri della Giustizia, dell’Interno, della Transizione ecologica, della Cultura, dell’Economia e delle Finanze, dell’Agenzia delle Entrate, delle Regioni e dei Comuni. All’interno della banca dati saranno censiti gli edifici abusivi presenti sul territorio nazionale con tanto di informazioni che potranno essere consultate dalle amministrazioni pubbliche competenti in materia di abusivismo edilizio. Un sistema che permetterà di facilitare la programmazione e il monitoraggio di tutti gli interventi di demolizione da parte degli enti comunali. Inoltre, gli enti che si occupano di abusivismo edilizio saranno tenuti ad alimentare la banca dati attraverso la condivisione e la trasmissione di informazioni sugli illeciti già accertati e sui conseguenti provvedimenti emessi nei loro confronti.

Le parole del Ministro Giovannini

“Grazie alla banca dati – spiega il Ministro Giovannini – avremo finalmente a disposizione uno strumento di informazione che ci consentirà di sistematizzare i dettagli riguardanti le opere abusive nel Paese, rafforzando al contempo le azioni di contrasto verso un fenomeno illegale e dannoso per la vivibilità di città e ambiente. L’iniziativa in questione richiede una viva collaborazione tra diversi ministeri, le Regioni e gli enti locali, in modo da avviare un percorso virtuoso per proteggere e tutelare al meglio i territori”. A tal proposito, il Ministero ha inoltre annunciato di aver istituito un fondo di 15 milioni di euro, rifinanziato con la legge di bilancio per il 2022, destinato ai Comuni per sostenere gli interventi di demolizione delle opere abusive.