Sedi
Via G. Pascoli n. 60 – 20133 Milano
Via Cardinale P. Maffi, 5 - Pisa
Via XXV Aprile, 180/B - Crotone
Lun-Ven
09:00 - 12:00
16:00 - 19:00
Numero Verde 800 129 692
info@studiogammaonline.it

News

Le nostre news

Comments are off

Sicurezza, definita la normativa antincendio per scuole e asili nido

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 21 marzo 2018 che fissa le indicazioni prioritarie per adeguare le scuole di ogni ordine e grado e gli asili nido ai requisiti antincendio.

Il DM 21 marzo 2018 definisce l’applicazione della normativa antincendio dopo l’entrata in vigore dell’obbligo di adeguamento. Il 31 dicembre del 2017 è infatti scaduto il termine per adeguarsi ai requisiti previsti dal DM 26 agosto 1992 rivolto alle scuole di qualsiasi ordine e grado, e agli edifici adibiti ad asili nido. Tale provvedimento, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, punta a fornire indicazioni programmatiche prioritarie a quella considerevole fascia di istituti ancora sprovvisti dei vari certificati di sicurezza.

Adeguamento antincendio

Il DM suddivide in tre livelli di priorità le disposizioni utili di cui si deve tenere conto per programmare l’adeguamento degli edifici e dei locali adibiti a scuole. Queste direttive potranno essere utilizzate dai Comandi provinciali dei Vigili del Fuoco per impartire eventuali disposizioni in presenza di carenze o lacune negli adempimenti inseriti nei diversi livelli di priorità dal decreto.

Le indicazioni per le scuole

Il decreto stabilisce per le scuole tre livelli di priorità:

  • A – osservanza delle disposizioni del DM 26 agosto 1992 relative a: impianto elettrico di sicurezza, sistemi di allarme, estintori, segnaletica di sicurezza, norme di esercizio;
  • B – osservanza delle disposizioni del DM 26 agosto 1992 relative a: spazi per esercitazioni, spazi per depositi, spazi per l’informazione e le attività parascolastiche, spazi per servizi logistici, impianti fissi di rivelazione e/o di estinzione degli incendi;
  • C – le restanti disposizioni del decreto.

Il provvedimento evidenzia, inoltre, che le attività di adeguamento, in alternativa, potranno essere effettuate osservando delle norme tecniche del DM 3 agosto 2015 come integrato dal DM 7 agosto 2017.

Le indicazioni per gli asili

I livelli di priorità programmatica per quanto riguarda gli asili sono:

  • A – osservanza delle disposizioni del DM 16 luglio 2014 relative a: servizi di sicurezza, illuminazione di sicurezza, estintori, allarme acustico, segnaletica di sicurezza, organizzazione e gestione della sicurezza antincendio, informazione e formazione antincendio;
  • B – impianti elettrici per il sezionamento di emergenza e servizi di sicurezza;
  • C – le restanti disposizioni del decreto.